Micro Racconti

Racconti da : a

 

La Buona Novella?

L'annuncio della Buona Novella si è fermato in un cristallizzato '"status quo". Del resto, cosa è rimasto della Buona Novella? Cosa dovremmo dire o "dimostrare" ad un fratello di un'altra religione per fargli scoprire Gesù? Potremmo sentirci rispondere : "La vostra è l'unica religione al mondo che ha come simbolo uno strumento di morte. La vita non è gioia ma una valle di lacrime da passare il più presto possibile. Scandali, ricchezza e potere temporale, sono noti a tutti. Non vi sposate e non conoscete di conseguenza i veri problemi del mondo; le vostre donne, le religiose, sono costrette ad essere coperte per nascondere le fattezza della tentazione, che per voi è sempre donna; il peccato è principalmente il sesso; vi fate santi tra di voi; avete la presunzione di essere gli intermediari di Dio perché credete che ciò che legate o slegate, lo fate in suo nome; vi fate baciare le mani ma non lavate i piedi se non simbolicamente; avete titoli altezzosi che tengono lontane le vostre stesse pecorelle. Vi vestite sontuosamente e non abitate negli ovili. Perché dovrei abbandonare la mia religione per la vostra?". Per far ripartire la Buona Novella bisognerebbe prima fare pulizia a casa nostra; riscoprire radicalmente il messaggio di Gesù; abbandonare la tradizione umana che secolo dopo secolo ha nascosto via via il vero messaggio; scrostare il cuore e farci di nuovo alimentare lo spirito dal leggero soffio di Dio, pieno di amore e di gioia di vivere. Allora la Buona Novella riprenderà vigore e non ci sarà più tanto bisogno di parlare, raccontare o "evangelizzare", perché :"Ci riconosceranno da come ci ameremo gli uni con gli altri".